MAURO TEZZO

DOCENTE

Vengo dalle colline delle Langhe, e per coerenza ho pensato di arrivare al turismo percorrendo una strada tortuosa e piena di curve. Dopo una formazione classica, ho fatto un po’ di tutto, dal contadino (poco e male!) all’operaio, al cassiere di supermercato e al call center; sono diventato giornalista, lavorando in televisioni e (soprattutto) radio in giro per il Piemonte; l’esperienza più significativa sono stati due anni bellissimi a Radio GRP, a Torino, dove ho scritto e letto i notiziari dal 2009 al 2011. Poi, la precedente crisi economica mi ha pian piano ristretto il campo di azione, fino a spingermi a pensare di fare altro.

Nel 2005, avevo già fatto una piccolissima esperienza in un hotel del centro di Alba. Nulla di epocale, ma mi aveva lasciato un’idea fissa: questo mondo mi piace, e prima o poi ci tornerò in qualche modo. Sono felice quando le persone sono felici, e in nessun momento si è più felici che in vacanza. Così nel 2012, quando ho dovuto pensare a cosa fare, ho iniziato a candidarmi in vari hotel delle Langhe. Sono entrato al Boscareto Resort, poi al Calissano; di lì, le cose sono successe quasi da sole, aiutate da grande passione e molto impegno: dopo tre anni al Calissano, ne ho fatti altri 3 come Capo Ricevimento al Relais & Châteaux Castello di Guarene, per poi essere coinvolto come Direttore del Small Luxury Hotel of the World Relais Villa d’Amelia, dove mi trovo tuttora. È una sfida bellissima, nella zona dell’Alta Langa che è ancora un po’ meno conosciuta, tra panorami incredibili, cibo mozzafiato e il relax più totale. Un territorio ancora quasi incontaminato, che apre spazi enormi alle idee più originali e creative, ma resta anche saldamente ancorato alla tradizione più concreta e solida: sembra cucito sulla mia pelle.